Articoli di Alessandra Bortolotti

Quante volte ci è capitato di giudicare un bimbo piccolo “viziato” perché tenuto troppo in braccio, o “soccorso” al primo pianto, oppure perché allattato oltre i canonici 6 mesi di vita? Quante volte siamo state a nostra volta accusate di “viziare” i nostri figli perché lasciati dormire nel lettone, allattati a richiesta, magari già grandicelli, o vezzeggiati e coccolati oltre il limite stabilito dal “senso comune” della nostra cultura occidentale, in nome di un’ipotetica autonomia e corretta educazione?

Questa rubrica, curata dalla psicologa perinatale Alessandra Bortolotti, intende fare chiarezza sui bisogni primari, oggettivi e universali di ogni bambino, sfatando i tanti – troppi – pregiudizi legati al soddisfacimento delle richieste dei nostri cuccioli, e alla volontà di ogni genitore attento e amorevole di mettersi in sintonia con le normali necessità del proprio piccino.

Sull’argomento vi consigliamo i libri E se poi prende il vizio? e Amarli senza se e senza ma, che potete acquistare direttamente dal nostro catalogo.