La pedagogia per una meravigliosa infanzia

Alice Miller, famosa psicoterapeuta che tanto ha scritto sul bambino, ha utilizzato il termine pedagogia nera per indicare un approccio educativo incentrato su castighi, rigide regole, induzione di paure, sottrazione d’amore. Si evidenziano invece i benèfici effetti sul bambino e sul genitore di un’educazione e una crescita basata sulla pedagogia bianca: sostanzialmente amore, protezione, rispetto e condivisione.

La rubrica, dedicata alla comprensione del “meraviglioso” mondo dei bambini, raccoglie i contributi di numerosi esperti che si interessano alla pegagogia bianca e all’educazione consapevole.

Valentina Bruno, studiosa di genitorialità, dei bambini e del loro comportamento, ideatrice di Crescere Felici, fondatrice del progetto Educare alla Felicità™ e mamma di due meravigliosi bambini. I suoi articoli descrivono le linee guida per crescere un bambino nell’amore e nel rispetto. Con educare alla felicità si intende, infatti, una molteplicità di metodologie comportamentali che il genitore adotta al fine di donare al proprio figlio un futuro all’insegna della libertà e della serenità. L’adulto dovrà essere sostegno, esempio e guida affinché il bambino acquisisca la padronanza delle proprie emozioni e dei propri bisogni senza stress o frustrazioni e garantirgli una vera e propria crescita consapevole, una sorta di sviluppo emotivo che permetta al piccolo di garantirsi una maturazione interiore adeguata, in grado di gestire i propri sentimenti e da suggerirgli il comportamento opportuno in piena autonomia, senza l’esigenza di ricorrere all’uso di imposizioni, ricatti o provocare paure.

Alessandro Costantini, psicoterapeuta, responsabile per il Lazio del Movimento per l’Infanzia e autore del libro Meravigliosa infanzia. Dalle menzogne di Freud alle verità sul bambino.

Maria Beatrice Nava, psicologa dello sviluppo e dei processi educativi, due volte mamma, opera nel settore materno-infantile ed è fondatrice del Progetto Educazione Consapevole®.

Giuditta Mastrototaro, pedagogista ed esperta nelle relazioni educative, è mamma di quattro figli e da vent’anni si occupa di relazioni familiari. Ha supervisionato e coordinato progetti educativi per adolescenti e bambini in disagio sociale e scolastico e attualmente si occupa della prima infanzia come consulente alla pari in allattamento e insegnante di massaggio infantile. Offre inoltre percorsi di educazione empatica, attraverso consulenze individuali, incontri di gruppo e seminari. Cura il sito personale Pedagogia basata sull’empatia. Si ascolta bene solo col cuore.

Se vuoi approfondire l’argomento, ti consigliamo Meravigliosa infanzia, Libertà e amoreAmarli senza se e senza maE se poi prende il vizio?Genitori con il cuore.