Consiglio dei Ministri: istituito il Garante per l’infanzia


Questa figura avrà il compito di assicurare la piena attuazione e la tutela dei diritti e degli interessi dei minori, riconoscendo il lavoro svolto dai già esistenti Garanti regionali istituiti dalle regioni Abruzzo, Piemonte,Umbria, Puglia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche e Lazio. Ad aiutare il Garante nel suo delicato ruolo ci sarà l’Osservatorio del Servizio 114, che si avvarrà di dati e statistiche nazionali, regionali e locali per elaborare politiche dell’infanzia in relazione ai bisogni e alle emergenze del nostro Paese. Attraverso il Servizio Emergenza Infanzia 114 si potrà segnalare al Garante situazioni in cui il benessere dei bambini è a rischio, costituendo così uno strumento ulteriore per garantire che i loro bisogni possano essere ascoltati e i loro diritti pienamente rispettati.

“L’iniziativa del Ministro – ha dichiarato il presidente di Telefono Azzurro, Prof. Ernesto Caffo – è un passo significativo perché determina l’istituzione di una figura chiave che allinea l’Italia a molti paesi europei in cui il Garante è già presente. Proprio in questa prospettiva Telefono Azzurro, già a partire dalle metà degli anni ’90, si è fatto promotore di numerose iniziative mettendo a confronto le esperienze estere e sollecitandone l’introduzione anche nel nostro Paese. Sono certo che il Ministro Carfagna darà vita ad una collaborazione sinergica con il Servizio Emergenza Infanzia 114 che l’Associazione gestisce per conto del Governo dal 2003, così come già avviene in altri paesi europei”

Plauso anche dal Movimento Difesa del Cittadino (MDC): “Così anche l’Italia – ha affermato Lucia Moreschi, Responsabile del Dipartimento Junior del MDC – un paese a due velocità, dove da una parte ci sono bambini lasciati soli con il cellulare o davanti ad internet e dall’altra minori sfruttati o ridotti a schiavitù, potrà contare su una figura indipendente, con l’obiettivo della piena tutela degli individui più deboli ed indifesi della società, rispondendo, finalmente alle sollecitazioni dell’ONU.”


Potrebbero interessarti anche