Leggi per il tuo bambino? Parliamone sul forum del Bambino Naturale

Leggere libri, raccontare fiabe, recitare o inventare rime e filastrocche per il proprio bimbo, fa parte dell’avventura di genitore. La lettura condivisa favorisce la relazione e l’intesa tra genitori e figli.
Cosa ne pensi? Qual è la tua esperienza come genitore e magari anche come figlio?
Racconta la tua esperienza sul nostro forum.
La nostra Giorgia Cozza raccoglierà le vostre testimonianze, e interagirà con voi.

Potrebbero interessarti anche

21 risposte a “Leggi per il tuo bambino? Parliamone sul forum del Bambino Naturale”

  1. Benedetta ha detto:

    Si, leggiamo tantissimo. Matilde adora i libri ed ha già una sua libreria dove tiene in ordine i suoi “possedimenti”. Solitamente leggiamo alla sera ma anche in un momento di calma, al pomeriggio o (proprio oggi) a colazione.
    Le leggo un po’ di tutto, dai libri sui dinosauri, alla Pimpa, alla bella addormentata alle storie di Ulisse (in formato adatto per l’età ovvimanete!). A lei piace e commenta. Ad esempio quando le ho letto il mito di Aracne e Minerva mi ha detto che lei voleva trasformare in ragno Minerva 😀
    Matilde ha 4 anni ma io ho iniziato a leggere per lei che aveva pochi mesi. Mi pare ne avesse a malapena 3. le leggevo i librettini morbidi o quelli che si possono mettere nelle vaschette. Devo dire che io sono una lettrice accanita quindi non dico mai di no se vuole comprare un libro 🙂

  2. Valentina ha detto:

    Custodisco con estrema gelosia i miei libri di quando ero piccola, che mia mamma mi leggeva prima del riposino pomeridiano e da mamma ho cercato di trasmettere a mia figlia (3 anni e mezzo) l’amore per i libri e per la lettura e per il momento, sembra ci sia riuscita! Con l’aiuto di babbo e mamma, Matilde ha costruito e dipinto la sua personale libreria: alla sua altezza, colorata e disegnata a suo piacimento. Così che in ogni momento, sin da piccola, possa scegliere quando vuole cosa sfogliare. Ogni momento della giornata è buono per una lettura ad alta voce. Matilde ama molto anche le storie inventate. La strega puzzona (che mi ha suggerito il vostro sito) è una delle sue prefetite: l’ho riadattata alla nostra vita (la strega abita in un fosso vicino casa nostra ed è vestita con cose strane che piacciono a Matilde) e funziona! Qualche settimana fa ho inventato due storie per invogliare Matilde a mangiare le verdure: Angelina e Giulietta, la bambina di campagna e la bambina di città e anche queste hanno funzionato! L’intesa che si crea quando si racconta una storia al proprio figlio e la fantasia che si scatena in lui, sono emozionanti!

  3. gio ha detto:

    Grazie Benedetta, grazie Valentina!
    Conservo le vostre testimonianze, va bene?
    C’è infatti in progetto una pubblicazione dedicata proprio a questo argomento… 🙂
    giorgia

  4. rossella ha detto:

    io adoro leggere x la mia bimba maya. le compro spesso storie che parlano degli animali perchè vorrei tanto che si appassionasse alla natura. inoltre la porto anche negli appositi spazi di alcune biblioteche dove puoi leggere tante storie ai bimbi. a maya piace molto quando leggo anche perchè cerco di recitarlo come meglio riesco per poter rendere il racconto più avvincente. lo consiglio a tutti i genitori. è positivo sia perchè è una attività semplice e divertente da proporre al proprio bimbo e sia perchè così creiamo le basi per l’amore per la lettura, stimoliamo la loro fantasia e con le storie possiamo anche dargli degli insegnamenti di vita in un modo a loro comprensibile.

  5. Giorgia ha detto:

    Grazie Rossella, quanto ha la tua Maya?

  6. Francesca ha detto:

    Leggiamo tantissimo, tutti i giorni, prima di andare a dormire. Divoriamo le biblioteche e compriamo abbastanza libri per bambini. Ho sempre letto per Jonathan perchè non poteva leggere da solo e a forza di ascoltarmi ha compensato le difficoltà di lettura. Ho letto a Camilla da quando aveva pochi mesi. Mentre il fratello faceva logopedia noi eravamo lì ad aspettarlo con una decina di libri da leggere ed osservare. Non c’è una festa in cui non viene regalato almeno un libro, non c’è giornata di acquisti in cui non si passa in libreria. I libri sono una cosa meravigliosa, un dono prezioso. I genitori con bambini con DSA leggano tanto per i figli, leggano non solo i libri di scuola, leggano storie piene di avventure perchè tutti i bambini hanno diritto ad ascoltare e non c’è un’età in cui valga la pena smettere di leggere ai figli.

  7. Daria ha detto:

    Sia io che Marco abbiamo sempre letto storie ad Alice e adesso anche la piccola Elena a suo modo ascolta. Nel tempo abbiamo passato varie “fasi”, si leggeva sul vasino (facevamo EC) o si sfogliavano i librini semplici o anche riviste nostre (tipo quelle del CAI) quando era pi piccolina (fino ai 2 anni circa), poi la lettura ha cominciato ad accompagnare l’addormentamento serale e pomeridiano (lei sceglie i libri o le storie), assieme al racconto di storie inventate da noi o tratte da fatti che ci sono accaduti. Inoltre leggiamo anche a colazione (lei finisce sempre prima) e spesso mentre allatto Elena, così sta tranquilla…
    Alice ha una bella e fornita libreria con favole classiche, libretti di animali, libri gioco, riviste, inoltre andiamo in biblioteca una volta al mese (c’è un bel reparto dedicato ai bambini con libri divisi per età) e si porta a casa un po’ di libretti ogni volta.

  8. Giorgia ha detto:

    grazie!!!

    Daria: Alice quanto ha adesso?

  9. marco ha detto:

    Io e mio figlio Lucio stiamo scrivendo insieme questo commento. Noi leggiamo tanti libri prima di andare a letto. Lucio ha5 anni e adora i libri degli animali. Ora è impaziente e vuole scrivere lui. A Lucio la parola: Onbbvgytrdejzwgyfqgagvcyolphnmkjuioytgfvbnkhgtredjkmnhgvbbbjhgbh. Scusate ma è ancora analfabeta.

  10. Daria ha detto:

    Alice ha 3 anni, Elena 3 mesi.

  11. Chiara ha detto:

    A Giorgia,14 mesi, ogni sera leggiamo qualche storiella, raccontiamo qualche filastrocca, o sfogliamo qualche libro. In questo momento è innamorata di “Io e il mio papà”, fa tanti versetti e con aria sognante ed occhietti a mezzasta dice “papàààààà”. “Abbiamo iniziato presto, cercando di farle percepire il piacere di leggere, di tenere in mano un libro, di sognare guardando le figure e sentendo la musicalità delle parole. Alcune filastrocche si capisce che le sa a memoria, ascolta il ritmo e a volte si muove con esso. O se l’ho abituata che in certi momenti si toccano alcune parti del corpo, lei ormai “me le porge”, attendendo che la sfiori per poi scoppiare in una fragorosa risata! E prima della nannanon può mancare “Il latte della mamma sa di fragola”, che porta dolcemente a farmi sollevare la maglietta, col suo nasino e le sue manine che già pregustano il dolce rituale che l’aspetta!

  12. alessandra ha detto:

    io le leggo da quando è nata, ora ha 6 mesi.. a volte gira pure le pagine.. ma.. le piace soprattutto mordere le pagine.. io le tolgo le pagine dalla bocca e continuo a leggere.. ma forse sbaglio.. perchè cosi’ le tolgo il piacere della lettura.. o no?

  13. Giorgia ha detto:

    Ciao Alessandra, be’ magari un assaggino 😉
    posso chiederti come si chiama la tua bimba?
    E quali libri le leggi? grazie per la testimonianza!

  14. Giorgia ha detto:

    Grazie Chiara!!! che bellissima testimonianza 🙂

  15. Giulia ha detto:

    ciao io leggo Stefanino, oggi 5 mesi, da quando era ancora nella pancia…la sera con Papi Luca gli parlavamo, tenendo la mano sulla mia pelle a accarezzandolo, oltre a fargli il percorso musicale del Grembo Armonico che ha dato a me personalmente e a lui ottimi spunti. E poi anche il percorso di accompagnamento alla nascita di Claudia Boni dell’Albero Sacro di Rio Saliceto (info in internet…io l’ho fatto a distanza). Ora gli leggo storie brevi, filastrocche e gli canticchio davvero tanto quando lo tengo in braccio, quando andiamo a passeggio (tanto che secondo me le persone che ci vedono mi prendono per matta)…oltre a parlargli moltissimo..chissà che tutte queste attenzioni non gli consentano di immagazzinare tanti termini da tirare fuori quando sarà più grande. Da quasi 3 mesi emette suoni, lettere….va a periodi…ci sono dei “buchi” di giorni in cui dice poco o nulla e poi invece il giorno dopo è un’esplosione di suoni e vocalizzi. è una meraviglia. Brave a tutte voi mamme con qs. attenzioni verso i nostri bimbi

  16. Elisa ha detto:

    Leggo ai bimbi e ragazzi per lavoro e ogni volta è una meraviglia. Ma mai come leggere alla propria figlia! E’ un’esperienza che non ha prezzo e un momento unico di intimità, allegria, comunicazione e relax.
    Le leggevo già in gravidanza, soprattutto le mie filastrocche preferite e quelle nel mio dialetto. A volte mi sembrava di sentire se la scelta del giorno le piaceva oppure no. La cosa stupefacente è che dopo la nascita riconosceva quelle che le avevo detto più spesso.
    Dopo la nascita abbiamo continuato la lettura. Non è che ci sia un momento particolare dellea giornata per leggere: lo facciamo indifferentemente quando abbiamo voglia di ridere o di rilassarci; in macchina o durante il cambio, prima di dormire o al mio rientro da lavoro…
    In realtà spesso recitiamo anche a memoria le filastrocche e i libri che ci piacciono di più.Spesso i racconti o i versi hanno calmato crisi da ovetto.
    Per me è un momento di intimità, come una cosa tra di noi. Ma ci fa anche fare amicizia, come quella volta a fare la fila ai vaccini che ci siamo raccolti attorno a un libro e c’erano 4-5 bimbetti. Oppure ai compleanni: io ho il vizio di portare dei libri ai compleanni e li leggiamo tutti assieme. In relatà non vedo l’ora che anche le figlie delle mie amiche crescano per condividere le storie in gruppo.
    Io penso che quando leggiamo ai bimbi, e ancor di più ai nostri figli, condividiamo non solo le storie ma anche parte di noi. E i piccoli stupiscono sempre per come, fin da neonati, riescono a partecipare a questo scambio. Alcuni dei momenti più belli con la mia piccolina li ho passati leggendo ed emozionandomi con lei per i suoni, i colori, le storie.

  17. alessandra ha detto:

    la mia bimba si chiama marta.. le leggo molti libri, ne ho molti perchè insegno alle scuole dell’infanzia.. quindi non sono adatti a lei.. ma scelgo quelli con immagini piu’ nitidi possibili, e con filastrocche. se non ne hanno, me le invento e le scrivo, cosi’ da leggergliele con le rime. ho trovato molto belli i libri delle storie di kika, di altan, che leggevo quando lavoravo al nido, per bambini da un anno e mezzo in su’.. insomma. devo solo pazientare un anno e poi avrò tanti libri per lei.. per ora mangiucchia quei tre libri di stoffa che ha, e i libri cartonati che gli offro.. la mia biblioteca non fa prestito per i libri dei bimbi.. uff!

  18. Giorgia ha detto:

    Grazie Alessandra! Ma come la biblioteca non fa prestito per i piccolini? che brutto 🙁

  19. Giorgia ha detto:

    Grazie Giulia! Posso conservare anche la tua bella testimonianza per il libro in progetto?

  20. Giulia ha detto:

    Certissimamente sì Giogia…..non è proprio bellissima come stile e per il fatto che salto da pallo in frasca ma se gli dai un’aggiustatina tu alla mai testimonianza ti ringrazio…ma poi soprattutto ti chiedo un grosso favore…quando il libro uscirà (non so ancora di cosa si tratta) mi fai sapere? Ci tengo un sacco…certe letture cambiano la vita.

  21. Giorgia ha detto:

    Grazie Giulia! Sarà un libro dedicato a letture e racconti come forma di dialogo d’amore con il proprio bimbo.
    Appena ci sarà qualche dettaglio in più lo segnalo sul forum dedicato e anche qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.