Toscana: nuovo ospedale amico del bambino


In questi giorni un altro ospedale italiano ha l’onore di fregiarsi del titolo di ospedale amico del bambino: l’Ospedale di S.Maria Annunziata a Ponte a Niccheri (Firenze).

Gli ospedai amici del bambino in Italia sono 16 e solo in Toscana sono 5.

Per raggiungere questo traguardo le strutture sanitarie devono dimostrare di applicare correttamente i “10 passi” Oms-Unicef“:

1. Definire un protocollo scritto per l’allattamento al seno da far conoscere a tutto il personale sanitario

2. Preparare tutto il personale sanitario per attuare compiutamente questo protocollo

3. Informare tutte le donne in gravidanza dei vantaggi e dei metodi di realizzazione dell’allattamento al seno

4. Aiutare le madri perché comincino ad allattare al seno già mezz’ora dopo il parto

5. Mostrare alle madri come allattare e come mantenere la secrezione lattea anche nel caso in cui vengano separate dai neonati

6. Non somministrare ai neonati alimenti o liquidi diversi dal latte materno, tranne che su precisa prescrizione medica

7. Sistemare il neonato nella stessa stanza della madre ( rooming-in ), in modo che trascorrano insieme ventiquattr’ore su ventiquattro durante la permanenza in ospedale

8. Incoraggiare l’allattamento al seno a richiesta tutte le volte che il neonato sollecita nutrimento

9. Non dare tettarelle artificiali o succhiotti ai neonati durante il periodo dell’allattamento

10. Favorire la creazione di gruppi di sostegno alla pratica dell’allattamento al seno, in modo che le madri vi si possano rivolgere dopo essere state dimesse dall’ospedale o dalla clinica.

In questi anni 20.000 ospedali in 140 paesi hanno ottenuto questo riconoscimento. In Italia, oltre alle già citate strutture toscane, gli altri ospedali “amici dei bambini” sono: Pordenone, Bassano del Grappa, Soave/San Bonifacio, Merano, Montepulciano (Ospedali riuniti di Valdichiana), Bari (Casa di Cura La Madonnina), Bressanone, Vipiteno, Roma (Casa di Cura Santa Famiglia), Viterbo, Osimo.

Maggiori informazioni:

Ospedali Amici dei bambini

Potrebbe interessarti anche