Warning: getimagesize(): Unable to find the wrapper ".http" - did you forget to enable it when you configured PHP? in /var/www/vhosts/bambinonaturale.it/httpdocs/wp-content/themes/bambinonaturale2.0/single.php on line 92

Warning: getimagesize(.https://bambinonaturale.it/uploaded/1415.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /var/www/vhosts/bambinonaturale.it/httpdocs/wp-content/themes/bambinonaturale2.0/single.php on line 92

A Natale no ai giocattoli pericolosi


Il Natale si avvicina e si iniziano a cercare i regali da mettere sotto l’albero. Un’attenzione particolare va data a quanto si compra per i più piccoli. Dietro a giocattoli dall’aspetto tenero e divertente, alle volte, si possono nascondere pericoli inaspettati.

Fra il 15 novembre e il 7 dicembre dello scorso anno, ci spiega il prof. Antonino Reale del Dipartimento Emergenza Accettazione (DEA) dell’Ospedale Piccolo Bambino Gesù di Roma, al Pronto Soccorso sono stati affrontati 1215 incidenti.

Alcuni verificatisi in ambiente, ad esempio, sportivo, ma altri in casa, per ‘colpa’ di giocattoli. 277 gli incidenti domestici, “quasi tutti legati a giochi ricevuti nel periodo di Natale” ci spiega Reale.

Ma com’è che un giocattolo può trasformarsi in una trappola? “I bambini – spiega – per loro natura tendono a esplorare, a smontare il giocattolo, anche a romperlo. Gli incidenti più frequenti sono legati ai traumi, giochi che finiscono negli occhi, come freccette e proiettilini”.

Ma non solo. Lo scorso anno ci sono state 50 ingestioni di corpi estranei. Di queste 2 di pile alcaline, pericolosissime perché “possono liberare elettricità o acido e dare perforazioni dell’esofago o dello stomaco”, e una di magneti, che “possono legarsi fra di loro e dare perforazioni intestinali”.

E ancora, “25 casi di corpi estranei nel nasino, 11 nel condotto uditivio, 2 di inalazioni di corpo estraneo, tutti fortunatamente ad esito positivo”. “Nulla sappiamo – aggiunge – sui danni da vernici, perché si possono verificare a distanza di tempo”.

Ma esistono dei comportamenti che possono evitare incidenti simili? “Si – spiega Reale – non bisogna spaventarsi e fare prevenzione”. “Innanzitutto ci si deve rivolgere a negozi autorizzati, spesso i giocattoli delle bancarelle potrebbero non essere a norma di legge”.

Insomma non conviene risparmiare, perché “I giocattoli buoni costano di più”. In secondo luogo si deve verificare che sulla confezione “sia presente il marchio CE, il nome del distributore, le spiegazioni in lingua italiana”. Questo perché se anche il marchio CE (Conformità Europea) è facile da contraffare, è più difficile che vengano falsificati i dati dell’importatore o sostenute le spese di traduzione delle spiegazioni.

E poi bisogna “leggere sempre con attenzione l’età d’uso consigliata”. Ma “malgrado tutte queste attenzioni, i genitori devono testare i giocattoli” per verificare che non siano difettosi o che non abbiano parti pericolose.

Ad ogni modo, è on-line sul sito dell’Ospedale Piccolo Bambino Gesù un vademecum destinato ai genitori.

Fonte: CNR media.com


Potrebbero interessarti anche