Per una gravidanza naturale e armoniosa

La gravidanza è il momento della vita in cui la donna avrà più bisogno di sostanze nutritive, vitamine e minerali per se stessa e per il suo bambino.

Durante i nove mesi di gestazione, il feto prenderà da sua madre ciò di cui ha bisogno per la crescita e la formazione degli organi. È quindi necessario che la madre possa fornirgli i nutrienti necessari già dalle prime settimane, momento in cui si costituiscono gli organi principali. La dieta di oggi, anche se mangiamo biologico, e l’ambiente che ci circonda (compresi lo stress e le onde elettromagnetiche) influenzano il nostro corpo così tanto che risulta difficile avere una gravidanza armoniosa e salutare senza integratori e compensatori naturali.
L’uso di integratori alimentari è fortemente consigliato durante la gravidanza, in quanto può migliorare notevolmente il benessere della futura madre, che in questo modo potrà attraversare più facilmente le varie fasi della gestazione. Ciò consentirà anche al bambino di avere tutti i nutrienti necessari per un buono sviluppo e per nascere con una migliore energia vitale.

Primo trimestre: formazione del feto

È il momento in cui si formano gli organi interni del feto, come il fegato, il cuore e la tiroide. La donna in gravidanza deve quindi apportare un insieme di nutrienti e minerali per sostenere la crescita del suo bambino.
 Un estratto di frutta e verdura al giorno (da 25 a 40 cl) aiuteranno ad attenuare il sintomi di affaticamento, la nausea e i disturbi della gravidanza precoce e, nel contempo, a fornire i nutrienti essenziali per il feto.

Secondo trimestre: prendere precauzioni per la fine della gravidanza

Generalmente si tratta del momento di maggior benessere della gravidanza: i sintomi e i malesseri scompaiono o diminuiscono per la maggior parte delle donne.
Bisogna, comunque, continuare a integrare i nutrienti anche in questa fase, perché il cibo, anche quello biologico e di buona qualità, non è sufficiente a coprire i bisogni di una donna incinta. Dal sesto mese di gravidanza, secondo i risultati degli esami del sangue e della quantità di ferritina rilevata, si potrà aggiungere un integratore naturale di ferro. È meglio evitare il ferro sintetizzato chimicamente prescritto dai medici talvolta perché non necessario, talvolta per gli effetti collaterali che da esso derivano, come costipazione, nausea e dolori addominali.

Terzo trimestre: prepararsi al parto

L’ultimo trimestre di gravidanza è il periodo di maggior crescita del bambino in termini di altezza e peso. Dal settimo mese, nel tempo di due mesi, il bambino triplica il suo peso, arrivando a pesare circa 3 kg alla fine della gravidanza. Il ventre della donna diventa più pesante, i movimenti sono più lenti e faticosi, la futura madre ha dolori ai legamenti, articolari o soffre di scarsa circolazione sanguigna. Le contrazioni uterine diventano sempre più frequenti e la stanchezza aumenta, soprattutto a causa del sonno agitato e quindi poco ristoratore. È necessario, perciò, assumere sostanze integrative di qualità per muoversi più facilmente fino al momento del parto.
Il cardo mariano è la pianta più utile per proteggere il fegato, che filtra più di duemilacinquecento litri di sangue ogni giorno e assolve a cinquecento funzioni. È meglio assumere capsule piuttosto che infusioni, che hanno un dosaggio più basso.

Ultimo mese

Durante l’ultimo mese di gravidanza, si può aggiungere un probiotico per bambini o neonati per preparare al meglio la flora intestinale del bambino, sia in caso di allattamento al seno sia di nutrimento artificiale. Inoltre, durante quest’ultimo mese è consigliabile adottare (se non è già stato fatto prima) una dieta composta da cibi vivi, vale a dire da una grande quantità di frutta e verdura cruda e ben lavata; al contrario si sconsigliano cibi raffinati, carne rossa, carne di maiale, eccitanti, latticini e cibi ad alto contenuto di glutine.
Per un parto più facile e fluido possono essere alleati fondamentali le infusioni di foglie di lampone, il massaggio perineale con un olio ricco di vitamina E, Infine, gli esercizi di respirazione, la meditazione e la preparazione fisica e mentale, permettono di trovare più spazi di calma durante il giorno, e di accompagnare il bambino verso la nascita, parlando con lui giornalmente e massaggiandolo attraverso la pancia.

La gravidanza è un momento molto speciale della vita di una donna e del suo futuro bambino, che registra tutto ciò che avviene durante il periodo della gestazione. Prendersi cura di sé naturalmente rende più facile far crescere una Vita, con la V maiuscola, perché essere incinta e dare alla luce è una prodezza della natura, quindi cerchiamo di vivere quest’esperienza al meglio.


Dalla rivista e blog Grandir Autrement, articolo di Justine Lamboley
Traduzione di Arianna Lingua

Potrebbe interessarti anche

Libri sull'argomento