La digitopressione in gravidanza

La digitopressione (o Shiatzu, ovvero “pressione con le dita”) è un’antica arte di guarigione e riequilibrio della medicina tradizionale cinese, basata sui principi su cui si fonda l’agopuntura: il corpo umano è percorso, oltre che dai vasi sanguigni e linfatici, anche da canali energetici (meridiani), che trasportano l’energia (il “qi”) attraverso il corpo.

Lungo questi meridiani sono localizzati all’incirca 600 punti, ciascuno dei quali corrisponde ad un organo o a un distretto corporeo e ogni punto viene indicato con una lettera (corrispondente al meridiano su cui si trova) e un numero.

La digitopressione libera l’energia, le cui funzioni sono:
– trasformare
– trasportare
– trattenere
– far salire
– proteggere
– riscaldare

poiché l’energia in medicina tradizionale cinese è un’essenza raffinata prodotta dagli organi interni per nutrire il corpo e la mente, ma indica anche l’attività funzionale degli organi interni stessi…(L’agopuntura di F. Silla).

In gravidanza e durante il parto la stimolazione di alcuni di questi punti può essere un valido aiuto, ad esempio per stimolare il bambino podalico a posizionarsi correttamente in vista del parto, oppure per stimolare le contrazioni ed evitare l’induzione farmacologia del parto o ancora, durante il travaglio di parto, per supportare le contrazioni e renderle maggiormente efficaci, ma anche contro il dolore delle contrazioni stesse!

IL RIVOLGIMENTO DEL FETO PODALICO O DEL FETO IN POSIZIONE TRASVERSALE

punto piede digitoressione gravidanzaSi applica il calore al punto zhiyin 67V mediante l’utilizzo di un sigaro di artemisia acceso ad un’estremità, dopo avervi soffiato sopra perché la punta si scaldi uniformemente e bruci con regolarità. La futura mamma deve prima posizionarsi semisdraiata e con la vita libera da costrizioni.
Il punto 67V si trova all’angolo esterno dell’unghia del 5° dito del piede.
Una volta acceso il sigaro, bisogna posizionarlo perpendicolare al punto a circa 3 cm dalla cute e scaldare il punto per 15 minuti, poi passare all’altro piede per altri 15 minuti.

Tutti i giorni, fino al rivolgimento del bambino, è efficace nel 90% dei casi, non è invasivo e non comporta rischi per il nascituro.

LA STIMOLAZIONE DELL’ATTIVITA’ CONTRATTILE UTERINA

punto collo digitopressione gravidanza21VB

Tracciando una linea immaginaria che unisce la vertebra cervicale più sporgente del collo (C7) e l’acromion (la punta più alta e sporgente della spalla), circa a metà, nel punto più alto del muscolo, si trova Vescica Biliare 21.

E’ facilmente localizzabile perché la sensibilità su questo punto è maggiore che su tutti gli altri punti di questa linea, è morbido al tatto e, se premuto provoca una sensazione di intorpidimento, di caldo e di scossa.

4GI

punto mani digitopressione gravidanza                                                                                              

Grosso intestino 4 si trova nell’avvallamento che si crea sulla mano quando si allontana il pollice dall’indice, nel mezzo del secondo metacarpo, alla parte distale della piega della pelle

34VB

Vescica Biliare 34 si trova piegando il ginocchio e localizzando sulla parte esterna la sporgenza ossea della testa del perone. Il punto si trova nella depressione che si avverte subito sotto e poco più avanti di questa sporgenza, tra i muscoli.

6M

punt caviglia digitopressione gravidanzaMilza 6 si trova 4 dita (della donna) unite sopra il malleolo, nella parte interna della gamba. E’ un punto morbido al tatto e particolarmente sensibile alla pressione.

Per stimolare l’attività uterina ed evitare così l’induzione farmacologia del travaglio di parto, nel caso la gravidanza si protragga oltre il termine e vi siano le condizioni affinché la donna cominci il travaglio, occorre stimolare i suddetti punti in senso orario, soffermandosi 2-3 minuti su ciascun punto, tutti i giorni.

Durante il travaglio possono essere stimolati i punti nuovamente in senso orario per 1-2 minuti ciascuno una volta ogni ora nel caso le contrazioni non siano efficaci o siano irregolari per stimolarle e rinforzarle.

LA STIMOLAZIONE ANALGESICA DURANTE IL TRAVAGLIO E IL PARTO

punto vita digitopressione gravidanza32VB

Vescica Biliare 32 si trova a metà tra le fossette di Venere, sopra la natica e sopra al sacro. All’incirca un dito (della donna) sopra la punta della piega tra le natiche, a un pollice da ciascun lato del sacro.

Applicando una ferma pressione sui punti sui due lati in contemporanea durante tutta la durata della contrazione, si produce un piacevole effetto analgesico, una sensazione di caldo, di formicolio e di intorpidimento.

Si ha la sensazione che la contrazione sia molto breve. Può essere stimolato nella posizione in piedi, accovacciata, supina in decubito laterale e carponi.

HAND POINTS

mano pettine digitopressione gravidanzaSi trovano lungo le pieghe delle mani dove le dita incontrano il palmo e possono essere stimolati stringendo un piccolo pettine in modo che i denti tocchino i punti, durante tutta la contrazione. Viene favorito il rilascio di endorfine, ad effetto analgesico.

1Rn

Rene 1 si trova nella depressione appena sotto le articolazioni delle dita dei piedi, nellapunto pianta piede digitopressione gravidanza parte centrale.

Piegando le dita del piede si ottiene un avvallamento al centro del quale si trova, a circa 1/3 della distanza tra le dita e il tallone,il punto da trattare.

La stimolazione di questo punto induce il rilassamento in qualsiasi fase del travaglio e in periodo espulsivo aiuta a rilassare il perineo facilitando il passaggio della testa del bambino.

60V

punto caviglia digitopressione gravidanzaVescica 60 si trova nella parte esterna del piede, nella depressione tra la caviglia e il tendine d’Achille, dietro al malleolo al di sopra del calcagno. La stimolazione di questo punto allevia il dolore delle contrazioni.

Emanuela Rocca

Immagini tratte da “Acupressure” di Debra Betts
Bibliografia: “L’agopuntura” di F.Silla, manuale pratico di moxa” di Yves Réquéna


Potrebbero interessarti anche

5 risposte a “La digitopressione in gravidanza”

  1. francesca ha detto:

    questa tecnica è strepitosa, ma ci sono dei punti per ridurre le contrazini che si presentano nei mesi prima del parto ? grazie

  2. gianpiero ha detto:

    Lo shiatsu è di origine giapponese. Il punto VB 32 non è quello indicato che invece è BL 32.
    Il trattamento per il rivolgimento podalico è stato dichiarato efficace nel 70% dei casi.

    Per calmare le contrazioni è utile il punto GV 20 e il trattamento del Vaso Cintura

  3. emanuela.rocca ha detto:

    Grazie Gianpiero per avermi fatto notare l’errore!!!!!!! E’ stato un mio errore nel digitare, ovviamente si tratta di BL32 ed è veramente efficace per ridurre il dolore della contrazione!!! Nel mio testo l’efficacia della stimolazione di 67V è data al 90%, per questo ho scritto tale cifra.
    Hai voglia di descrivere il trattamento del Vaso Cintura per calmare le contrazioni? Mi incuriosisce molto e potrebbe essermi utile quando assisto le partorienti!

  4. gianpiero ha detto:

    Il trattamento del Vaso cintura e altre tecniche di shiatsu in gravidanza si possono leggere qui http://www.centro-tao.it/wp-content/uploads/2008/05/3-gravidanza.pdf. Consiglio anche per le mamme, le ostetriche e i papà il libro: Shiatsu per la gestante e il neonato, Ed. RED, S. Yates.

  5. emanuela.rocca ha detto:

    Grazie Gianpiero!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.