La salute dei denti in gravidanza

L’erosione è la perdita di tessuto duro del dente causata da attacchi acidi.

Il dente è formato da una porzione che generalmente si trova sottogengiva, chiamata RADICE e da una porzione sopragengiva, chiamata CORONA.

La corona è rivestita da uno strato di tessuto mineralizzato chiamato SMALTO, che ricopre e protegge la DENTINA, tessuto sensibile agli stimoli termici, chimici e meccanici.

L’erosione dentale è classificata in stadi: da lieve ad avanzata, fino a severa. Nelle forme avanzate e severe si verifica la perdita dell’integrità dello smalto e il conseguente coinvolgimento della dentina, con possibile sensibilità dentinale al caldo, al freddo, al dolce, all’acido o al semplice spazzolamento.

In gravidanza aumenta la possibilità che si verifichi l’erosione dentale: infatti gli episodi di vomito o semplicemente le nausee con reflusso gastroesofageo, fanno sì che il pH della bocca si abbassi; lo smalto dentario si dissolve e si manifesta il fenomeno dell’erosione.

Per evitare o ridurre al minimo il problema dell’erosione è consigliato seguire alcune semplici misure preventive:

– Assumere bevande e/o cibi acidi durante i pasti anziché fuori pasto. Attenzione agli integratori vitaminici in compresse effervescenti o da sciogliere in bocca, che spesso vengono consigliati nel periodo gravidico: dopo l’assunzione sciacquare sempre la bocca con acqua.

– Limitare la frequenza nel consumo di bevande e/o cibi acidi ed evitare di bere le bevande acide a piccoli sorsi o di tenerle a lungo in bocca. Se possibile bere con la cannuccia.

– Integrare l’alimentazione con cibi e/o bevande ad elevato contenuto di calcio e/o fosfato.

– Stimolare la salivazione con chewing gum senza zucchero, evitare caramelle!

– Mai spazzolare i denti subito dopo un episodio di vomito o l’assunzione di una bevanda acida. Sciacquare subito la bocca con acqua e bicarbonato in soluzione per riequilibrare il pH, aspettare 10 minuti e poi spazzolare i denti.

– L’immediata azione meccanica dello spazzolamento, combinata all’acidità creatasi in bocca, potrebbe aumentare la perdita di smalto. È sempre consigliato, in questi casi, mettere prima in atto quelle manovre utili a far risalire il pH della bocca (acqua e bicarbonato in soluzione, azione tampone della saliva) e successivamente effettuare le manovre di igiene orale domiciliare.

Quindi mamme, piccole accortezze, denti più sani!

Valeria Scarafile

Potrebbe interessarti anche