Difendi il sorriso del tuo bambino dalla placca

La placca batterica è un insieme di famiglie di microrganismi, quindi esseri viventi, che aderisce alle superfici presenti nella bocca: essa costituisce la causa principale della formazione di carie a livello delle superfici dentali e di malattia parodontale (gengiviti e parodontiti) a livello delle strutture di sostegno del dente.

Basti pensare che in 1 mg di placca batterica si trovano 100.000.000 batteri, suddivisi in 300 famiglie!

La nostra bocca è paragonabile ad una foresta tropicale, nella quale si ha un’alta temperatura (circa 30°), un altissimo tasso di umidità, una relativa illuminazione ed una elevata ossigenazione: questo fa capire come nelle zone più lontane e strette della bocca si instaurino le condizioni favorevoli all’attecchimento e allo sviluppo di numerosi batteri.

Infatti se la placca batterica non viene correttamente e quotidianamente rimossa con spazzolino e filo interdentale, essa “matura”, favorisce l’accumulo di specie batteriche sempre più aggressive e va incontro a un processo di calcificazione, che la porta a diventare tartaro.

Il tartaro non può più essere rimosso con lo spazzolino, ma va eliminato da noi professionisti, durante una seduta di igiene orale.

I batteri presenti nella placca non sono visibili ad occhio nudo; risulta così difficile far capire ad un bambino la presenza nella propria bocca di microrganismi, e quindi non solo di “sporco” o di residui di cibo.

Per questo motivo, è consigliabile l’utilizzo di sostanze rivelatrici di placca, sotto forma di liquido o pastigliette da sciogliere in bocca, acquistabili in farmacia, dal colore rosso o violaceo.

Il colorante aderisce ed evidenzia la placca batterica: le zone che risultano marcate con un colore più deciso sono quelle in cui la placca è sulla superficie dentale da più tempo e probabilmente già in parte calcificata; le zone che tendono a rimanere bianche sono zone pulite.

Per motivare al meglio il vostro piccolo a spazzolare i denti nella maniera più efficace possibile, a partire dai 5-6 anni, vi consiglio di utilizzarlo per 6 giorni consecutivi:

le prime 3 sere succhiare la pastiglietta o distribuire 3 gocce di liquido sui dentini prima dello spazzolamento, sciacquare e far vedere con l’ausilio dello specchio al vostro bimbo quali sono le zone con più placca, quindi quelle più colorate.

Con la vostra supervisione, fate spazzolare i denti a vostro figlio fino a rimuovere completamente il rivelatore di placca;

le successive 3 sere, usare la pastiglietta o il liquido dopo aver spazzolato i denti, come “verifica”: se rimarrà qualche zona più colorata, il genitore potrà motivare il proprio piccolo a pulire meglio la parte dimenticata.

Dopo i 6 giorni utilizzate la pastiglietta o il liquido 1 volta al mese come “rinforzo”!

Mamme, papà e bimbi: buon divertimento!

Valeria Scarafile

Potrebbe interessarti anche