• 0 Elementi - 0,00
    • Il carrello è vuoto.
coliche nei neonati

I bambini, nei primi mesi della loro vita, sono soggetti alle cosiddette “coliche”.
Le colichette nei neonati non sono altro che la contrazione spasmodica e dolorosa di un viscere vuoto, che può essere localizzata in varie parti del corpo, sono però una condizione assolutamente transitoria e fisiologica che andrà via dopo i primi mesi di vita.
Ecco la nostra guida completa per affrontare questo malessere dei neonati: le coliche neonatali.

Le coliche gassose nei neonati

Le coliche gassose del neonato sono un disturbo molto frequente che colpisce circa il 10% dei neonati e che si verifica quando il bambino emette gas dall’intestino.
Si può dire che il lattante soffra di coliche gassose se viene rispettata la “regola del 3”, coniata negli anni ‘50 dal pediatra Morris Wessel: si tratta di coliche se ci troviamo davanti a un lattante, sano e ben nutrito, che piange per più di 3 ore al giorno, per più di 3 giorni alla settimana e per più di 3 settimane consecutive.

Coliche nel neonato: quando iniziano?

Pur non esistendo una data precisa di quando iniziano le coliche nei neonati, queste si presentano dopo le prime 2-3 settimane dalla nascita di un bambino e terminano entro il terzo o quarto mese di vita.

Scarica lo speciale...

Ricevi lo speciale “Salute del bambino”, il download è immediato e gratuito!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati.

Perchè vengono le coliche ai neonati? Le cause principali

Perché i neonati hanno le coliche?
Le cause di questo malessere sono tutt’oggi sconosciute. Tuttavia si possono ricondurre a un’immaturità del sistema gastrointestinale o  all’adattamento alla vita (che arreca stanchezza e tensione fisica, dovuta allo stress vissuto nei primi mesi).
Parlando dei bambini allattati artificialmente, un’altra causa può essere individuata in una possibile allergia alimentare, anche se, in realtà, è ipotizzabile solo se in concomitanza a un eczema o se almeno un familiare di primo grado abbia un’allergia attestata.

I sintomi

Oltre alla “regola del 3” (pianto per più di 3 ore al giorno, per più di 3 giorni alla settimana e per più di 3 settimane consecutive), i sintomi delle coliche in un neonato si manifestano con  arrossamento del viso, irrigidimento delle braccia e dei pugnetti, flessione delle gambine verso il petto e tensione dell’addome.

Cosa fare quando un neonato ha le coliche

Una volta identificati i sintomi, bisogna capire che cosa fare in caso di coliche dei neonati.
Ecco alcuni metodi per far passare questo malessere.

Rimedi e soluzioni: come far passare le coliche ai neonati

Ecco alcuni rimedi per le coliche dei neonati.
In primo luogo, è bene che i genitori si tranquillizzino: spesso il pianto interminabile può rendere frustrati e nervosi. Più il piccolo avvertirà ansia e tensione, più il suo pianto diventerà inconsolabile!

Per calmare il bambino e per far passare le coliche si può ricorrere al massaggio per le coliche nei neonati: tenendo il piccolo a pancia in giù, possibilmente sul proprio braccio, si deve massaggiare il pancino in senso antiorario.
Questo massaggio favorisce il contatto fisico del neonato, che si sentirà coccolato. L’effetto del massaggio è migliore se effettuato eliminando gli eventuali rumori fastidiosi e mettendo una musica rilassante in sottofondo.

Un altro rimedio per le colichette dei neonati consiste nelle tisane, che possono essere  proposte ai bambini allattati con latte artificiale (non agli allattati al seno perché qualsiasi altro alimento potrebbe interferire con l’allattamento stesso).
Vanno bene le tisane “naturali”, come quelle ai semi di finocchio o a base di camomilla (bustine semplici, non preparati granulari), mai  zuccherate. Esistono in commercio anche prodotti fitoterapici a base di finocchietto, melissa, passiflora, camomilla, tiglio. Non sempre, però, questi danno risultati apprezzabili e devono comunque essere prescritti dal pediatra.

Il sondino rettale (per neonato, acquistabile in farmacia) può essere di sollievo. Questo strumento va posizionato per una lunghezza di circa 2 cm. Il neonato, così, potrà  “eliminare” l’aria ingerita.

Un’alternativa valida possono essere i rimedi omeopatici:

  • COLOCYNTHIS 9 CH: 5 granuli sciolti in un po’ d’acqua e assunti 10-15 minuti prima della poppata o anche ogni mezzora se la colica è molto forte, fino a quando il disturbo non accenna a diminuire.
  • CHAMOMILLA 9 CH: utile se il piccolo strilla in continuazione, ha l’addome gonfio, si calma solo se tenuto in braccio e se viene fatto passeggiare; 3-5 granuli almeno 3 volte al giorno.
  • NUX VOMICA 9 CH: se il piccolo mangia con una certa “avidità” e molto rapidamente; 3-5 granuli inizialmente a somministrazioni ravvicinate, poi attendere l’effetto diradando le somministrazioni e proseguendo anche nei giorni seguenti almeno 3 volte al giorno.
  • LYCOPODIUM CLAVATUM 9 CH: se il piccolo ha l’addome molto teso e gonfio; se con l’espulsione dell’aria e l’eventuale applicazione di caldo (o con un bagnetto caldo), i dolori sembrano ridursi un poco; 3-5 granuli anche in questo caso a somministrazioni ravvicinate inizialmente (anche ogni mezzora) e poi diradare con il miglioramento dei sintomi.
  • MAGNESIUM PHOSPHORICUM 9 CH: se i dolori compaiono improvvisamente e le coliche appaiono molto “violente”; anche in questo caso i dolori sono migliorati da un bagnetto caldo o dall’applicazione di una borsa dell’acqua calda (attenzione, in commercio esistono apposite borse dell’acqua calda per bambini piccoli, ma è sempre necessaria un’estrema prudenza nell’utilizzo!) oppure da un massaggio sul pancino; la posologia è sempre la stessa già indicata.

Esistono dei farmaci atti a far passare le coliche al neonato?
Negli anni passati sono stati proposti diversi farmaci allo scopo di attenuare questo fastidioso problema, come il Simeticone in gocce (Mylicon) che dovrebbe agire riducendo il contenuto d’aria intestinale.
Esistono degli studi interessanti sull’uso dei probiotici, soprattutto il Lactobacillus Reuterii, che sembrano agire favorevolmente sulla motilità intestinale.

Coliche nei bambini: ci sono differenze a seconda delle età?

Le coliche nei bambini possono assumere nomi diversi a seconda delle età.
Le coliche infantili sono un fenomeno che si manifesta soprattutto nei primi mesi di vita con le esternazioni già descritte.Nei bambini piccoli, i dolori addominali funzionali spesso sono accompagnati da alterazioni dell’alvo, che si manifestano con diarrea o stipsi.
Nei bambini più grandi e negli adolescenti si riconoscono quattro situazioni nelle quali i dolori addominali funzionali sono solo uno dei sintomi:

  • dispepsia funzionale: senso di pienezza dopo i pasti, sazietà precoce e sensazione dolorosa nella regione centro-superiore dell’addome;
  • colon irritabile: dolori addominali per almeno 4 giorni al mese in prossimità della defecazione);
  • emicrania addominale: episodi violenti di dolore addominale acuto, di solito nella zona intorno all’ombelico, oppure diffuso a tutto l’addome e dura un’ora e più;
  • dolore addominale funzionale: episodi di dolore che si verificano almeno 4 volte al mese, dolore che può essere episodico o continuo e di solito non si presenta durante i pasti o la defecazione. Solitamente, il dolore non può essere completamente spiegato da un’altra condizione medica.

Neonato con coliche: FAQ

Ecco un bignami di tutte le informazioni riportate nell’articolo.

Come riconoscere le coliche nei neonati?

Deve essere rispettata la “regola del 3” e se ci sono irrigidimento delle braccia e dei pugnetti, flessione delle gambine verso il petto e tensione dell’addome.

Come prevenire le coliche nei neonati?

L’ideale è massaggiare ogni giorno il neonato e abituarlo a mangiare senza fretta: così ingerirà meno aria.

Come calmare le coliche dei neonati?

Bisogna rimuovere i rumori fastidiosi e mettere un po’ di musica di sottofondo: il bambino si deve rilassare.

Come evitare le coliche del neonato?

Praticare i massaggi al pancino: sono la soluzione migliore, poiché rapida, veloce e attuabile ovunque.

Come combattere le coliche nei neonati?

Seguire i metodi riportati nell’articolo: massaggi, tisane mai zuccherate (solo per i neonati allattati artificialmente), sondino rettale, rimedi omeopatici.

Come curare le coliche dei neonati?

I massaggi sono la strategia migliore. Si può anche ricorrere a tisane mai zuccherate (solo per allattati artificiali), a un sondino rettale, a rimedi omeopatici e a farmaci.

Come alleviare le coliche nei neonati?

È bene, per prima cosa, che i genitori mantengano la calma: così il bambino non percepirà lo stress dei grandi. Poi procedere col massaggio, magari con una musica in sottofondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accetto i Termini e Condizioni e la Privacy Policy

×